3D Imprinting - Modellazione e Stampa 3D | Maneki Neko morbido
923
product-template-default,single,single-product,postid-923,woocommerce,woocommerce-page,woocommerce-no-js,ajax_leftright,page_not_loaded,qode-page-loading-effect-enabled,,qode-title-hidden,paspartu_enabled,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,transparent_content,columns-4,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-14.5,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive

Maneki Neko morbido

20,00

Le origini del maneki neko sono incerte. Si pensa sia apparso per la prima volta verso la fine del Periodo Edo (1603-1867), ma il documento più antico è del XIX secolo, nel Periodo Meiji: venne infatti menzionato in un articolo di giornale del 1876 e ci sono prove che in quel periodo dei Maneki neko vestiti con dei kimono erano distribuiti presso un tempio di Ōsaka. Una pubblicità del 1902 che pubblicizzava i Maneki neko mostra che all’inizio del XX secolo essi erano popolari.

 

Un aneddoto spesso attribuito a vari protagonisti (a imperatori giapponesi, a Oda Nobunaga, al samurai Ii Naotaka) racconta che questo illustre personaggio sia passato vicino a un gatto che sembrava salutarlo. Interpretando il movimento del gatto come un segno, il nobiluomo si fermò e andò verso di lui; essendosi allontanato dalla strada che stava seguendo, si accorse di aver evitato una trappola che era stata tesa per lui proprio poco più avanti. Da allora i gatti furono considerati spiriti saggi e portatori di fortuna.

 

In molti luoghi di culto e case giapponesi si trova la raffigurazione di un gatto con una zampa alzata nell’atto di salutare, di qui l’origine del Maneki neko, spesso indicato anche come Kami Neko riferendosi al kami, o spirito, del gatto.

Categoria: Tag:

Richiedi un preventivo

Contattaci per una soluzione adatta alle tue esigenze

Partita IVA 14493551007 3D Imprinting Modellazione, scan e stampa 3D
Privacy Policy